testata

Venerdì 19 e sabato 20 aprile 2024 presso il Lloyd’s Baia Hotel di Salerno il XVIII Corso di Neuroradiologia Interventistica “Multidisciplinarietà, interdisciplinarietà e transdisciplinarietà: ipoperfusione cerebrale e ipertensione endocranica”

La UO di Neuroradiologia dell’IRCCS Istituto delle Scienze Neurologiche di Bologna “Ospedale Bellaria” Azienda USL di Bologna con il patrocinio del Dipartimento di Medicina Specialistica, Diagnostica e Sperimentale dell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna e in collaborazione con la SC di Neuroradiologia dell’Ospedale del Mare dell’ASL Napoli 1 Centro e la SC di Neuroradiologia della A.O.U. “San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona” di Salerno organizza venerdì 19 e sabato 20 aprile 2024 presso il Lloyd’s Baia Hotel di Salerno il XVIII Corso di Neuroradiologia Interventistica MULTIDISCIPLINARIETÀ, INTERDISCIPLINARIETÀ E TRANSDISCIPLINARIETÀ: IPOPERFUSIONE CEREBRALE E IPERTENSIONE ENDOCRANICA”.

Il Corso si svolge con il patrocinio morale alle seguenti Società Scientifiche: AINR Associazione Italiana di Neuroradiologia Diagnostica e Interventistica, SIN Società Italiana di Neurologia, SINch Società Italiana Neurochirurgia, SNO Scienze Neurologiche Ospedaliere.

L’appuntamento, dopo essere stato biennale dal 2012 al 2023, ritorna a cadenza annuale e rientra nei più importanti e utili incontri nazionali per l’aggiornamento in ambito Neuroradialogico Interventistico con ampio spazio alla discussione multidisciplinare ed è diretto principalmente a medici specialisti Neuroradiologi, ma anche a Neurologi, Neurochirurghi, Chirurghi Vascolari, Radiodiagnostici.

Il Corso, articolato in sei sessioni, si svolgerà in due giornate centrate sull’attività sempre più TRASVERSALE del Neuroradiologo Interventista e a conferma della necessità di multidisciplinarità il Corso prevede la partecipazione di Neurochirurghi, Neurologi e Chirurghi vascolari di rilevanza nazionale ed internazionale.

Per meglio raggiungere l’obiettivo del Corso e coprire le esigenze di tutti i discenti si propone la consueta organizzazione con relazioni su temi multidisciplinari in modo che ci sia un corretto accostamento delle conoscenze e poter ampliare le nostre conoscenze; la presenza dei Discussori, professionisti esperti di diverse specialità, favoriranno il dialogo, scambiando pareri e condividendo i punti di contatto per risolvere insieme le criticità maggiori sui diversi argomenti.

La finalità del Corso consiste, infatti, proprio nel superare gli steccati che dividono ambiti e interessi disciplinari, per trovare soluzioni, migliorare la pratica clinica e assistenziale, facendo progredire l’intera scienza medica: i risultati difficilmente possono essere raggiunti senza collegare innovazione scientifica e istituzioni, il lavoro quotidiano della ricerca e gli interessi e i bisogni dei cittadini.

Il Corso si compone di Sessioni con presentazioni di letture magistrali su argomenti specifici di interesse e gestione multidisciplinare, selezionati appositamente per alimentare il coinvolgimento di tutte gli specialisti interessati e la relativa discussione. È stata introdotta una Sessione con letture ispirative per ampliare la visione su tematiche più generali, ma che se correttamente affrontate e comprese pongono le basi per migliorare la collaborazione interdisciplinare e proporre possibili soluzioni transdisciplinari.

Infine, il consueto appuntamento con quattro Sessioni di discussioni di casi clinici, presentati da diversi specialisti di fama nazionale e internazionale, ravvivano il confronto grazie alla presentazione di casi clinici rari, complessi o che hanno presentato complicanze, essendo stati pensati per alimentare la discussione nell’ambito della multidisciplinarietà (difficoltà diagnostiche-cliniche, laboratoristico/strumentali o neuroradiologiche, terapeutico/gestionali, patologie rare).

Il Corso è stato inserito nel Programma Nazionale di Educazione Continua in Medicina, quale evento ID: 2007-403705 Ed. 1, con obiettivo formativo: “3-Documentazione clinica. Percorsi clinico-assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza – profili di cura” ed è stato accreditato ECM per n. 100 partecipanti per la professione di Medico Chirurgo nelle seguenti discipline: Chirurgia Vascolare, Neurochirurgia, Neurologia, Neuroradiologia, Radiodiagnostica.

Il Provider Qiblì srl (ID n. 2007) ha assegnato n. 13 crediti formativi validi per il triennio 2023-2025.